A faccia nuda

The naked face

USA - 1984
Mortegli la moglie e la figlia, Stevens si dedica tutto alla sua professione di psicanalista. Dei tanti suoi clienti (molte le donne insoddisfatte e problematizzate), uno viene ucciso a coltellate per strada, dopo una seduta con Stevens. E' Boyd, un omosessuale. La polizia (il tenente McGreavy, aiutato dall'ispettore Angeli) comincia ad indagare. Anche la segretaria di Stevens viene trovata seviziata e assassinata (tra l'altro essa era incinta) e, questa volta, nello stesso studio, devastato. Ma chi è colui che ce l'ha con il professore? E che cercava mai fra le sue riservatissime carte? McGreavy agisce con Stevens in maniera brusca e cinica, arrivando anche (in questo contrastato da Angeli) ad ipotizzarlo come autore del duplice omicidio, tanto più che Boyd indossava l'impermeabile che lo psicanalista afferma di avergli prestato. In realtà, McGreavy è contro Stevens da tempo e, cioè, da quando il medico, con una sua perizia, aveva salvato dalla sedia elettrica un certo Zifrin, assassino di un collega poliziotto. Poiché l'inchiesta ristagna, il capitano Bellini dimissiona il tenente ed affida le indagini ad Angeli. Sfuggito per miracolo ad un altro attentato, Stevens contatta Morgens, un anziano investigatore privato, che arriva a scoprire qualcosa di concreto: tuttavia, dopo aver dato appuntamento a Stevens e ad Angeli su uno dei moli della stazione marittima di Chicago, Morgens viene trovato dai due impiccato in un capannone. Con uno stratagemma, Angeli cattura Stevens: egli altri non è che un poliziotto corrotto, che agisce per conto e nell'interesse di Cortini, capo mafioso della città. E' appunto Cortini l'organizzatore dei delitti e di tutta la persecuzione perché egli teme che sua moglie Anna, cliente di Stevens, abbia a questi rivelato durante le sedute nomi e segreti pericolosissimi. Anna in realtà a aveva detto allo psicanalista: essa si era solo mostrata genericamente preoccupata per qualcosa di strano e di grave che intuiva nel comportamento del marito. Il capo-mafia conduce Stevens in un magazzino di riciclaggio dei rifiuti, uccide e fa sparire tra di essi Angeli, mentre uguale sorte si profila per Stevens; ma a questo punto arriva la polizia in forze, libera il professore, uccide il "boss" e sgomina la banda. E' presente anche McGreavy, le cui dimissioni erano state concordate con il suo capitano a fini strategici. Stevens, recatosi in prosieguo alla tomba della moglie, incontra Anna, che è andata al cimitero per salutarlo. Ma una fucilata tirata da dietro le lapidi funerarie uccide la donna. La mafia non perdona.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: GIALLO
  • Specifiche tecniche: NORMALE A COLORI
  • Tratto da: ROMANZO "THE NAKED FACE" DI SIDNEY SHELDON
  • Produzione: MENAHEM GOLAN, YORAM GLOBUS, RONY YACOV PER CANNON GROUP
  • Distribuzione: DLF- MULTIVISION (COLLECTION)

CRITICA

"E' un film in cui l'abilità di mestierante di Bryan Forbes ha mescolato taluni canoni fondamentali del poliziesco con qualche regola del gioco, propria del giallo, ma resta pur sempre un prodotto macchinoso, con situazioni spesso rabberciate e ripetitive e con non poche incongruenze e sgangheratezze." (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy