A casa con i suoi

Failure to Launch

USA - 2006
A casa con i suoi
Tripp ha 35 anni, vive ancora a casa dei suoi genitori e non ha alcuna intenzione di lasciare il nido. A spingerlo verso la porta di uscita devono pensarci mamma e papà che ingaggiano Paula, una donna bella, intelligente e spiritosa che farà di tutto per riuscire nell'impresa...
  • Durata: 97'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, ROMANTICO
  • Produzione: PARAMOUNT PICTURES, SCOTT RUDIN PRODUCTIONS
  • Distribuzione: UIP
  • Data uscita 31 Marzo 2006

TRAILER

RECENSIONE

di Diego Giuliani
Svago leggero leggero senza alcuna pretesa. L'appeal del film è tutto nella protagonista Sarah Jessica Parker. Chi cercasse spirito e brio della Carrie Bradshow di Sex & the City rimarrebbe però deluso: per quanto costruita intorno a lei, la Paula di A casa con i suoi è soltanto un'ombra della trascinante newyorchese televisiva. La commedia romantica di Tom Dey le riserva l'insolito ruolo di una "stanamammoni". Dietro lauto compenso di genitori esasperati, ha cioè il compito di sedurre e strappare alle famiglie i trentenni restii ad abbandonare il tetto materno. Niente sesso, seduzione per tappe, report periodici sui tempi del "lancio" (da cui il titolo americano Failure to Launch): professionale e sicura di sé, Paula trova però un osso duro in Tripp. Lui è Matthew McConaughey, vecchia conoscenza che gli sceneggiatori le avevano già affiancato in un paio di puntate di Sex & the City, gli sviluppi del tutto prevedibili. La strada di questa versione hollywoodiana di Tanguy è già segnata dalle premesse: comprimari al limite della macchietta, protagonisti esasperati nei reciproci eccessi. Lei ostentatamente distante nello svolgimento delle sue mansioni, lui altrettanto sicuro di sé nel portarla all'esasperazione prima di scaricarla e riaccomodarsi dai suoi. Poli opposti, alla cui scontata traiettoria gli sceneggiatori non si sono sforzati di imprimere svolte impreviste. Senza scossoni, ma in qualche occasione si ride anche. E sul finale, nello sguardo di Paula, si ritrova per un attimo anche Carrie Bradshow.

CRITICA

"È ovvio che ci andrà di mezzo l'amore, perché 'A casa con i suoi' è la classica commedia sentimentale patinata. Ma è misurata e girata con un tale equilibrio fra i momenti di divertimento puro e quelli più introspettivi, che ricorda addirittura le vecchie commedie hollywoodiane. E, quando la vela di Tripp prende il largo, il regista inaspettatamente s-vela anche le difficoltà dei genitori che restano." (Roberta Bottari, 'Il Messaggero', 31 marzo 2006)

"Dopo 'Ti presento i miei' e il sequel 'Mi presenti i tuoi?' un'altra commedia giocata su nascenti nuclei familiari. 'A casa con i suoi' - la distribuzione italiana ha giocato sulle assonanze con gli altri due film - non schiera però la coppia Robert De Niro-Ben Stiller, ma quella inedita formata dal lanciatissimo Matthew McConaughey e Sarah Jessica Parker, diventata popolare con la serie tv 'Sex & the City'. (?) Una di quelle commedie già viste, ma che solo gli americani sanno fare. I due divi interagiscono a meraviglia." (Alberto Castellano, 'Il Mattino', 1 aprile 2006)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy