1964: allarme a New York arrivano i Beatles

I wanna hold your hand

USA - 1978
1964: allarme a New York arrivano i Beatles
Febbraio 1964. Tre ragazze del New Jersey partono dalla loro città per recarsi a New York e assistere allo show che vedrà protagonisti i Beatles, nella loro prima tournée americana. Le tre ragazze - una pazzamente innamorata di Paul McCartney, un'altra, fotografa in erba ma piena di iniziativa, vuole fare un colpo fotografico in esclusiva, e una terza che si lascia convincere a seguirle pur non dimostrando eccessivo interesse per il complesso inglese - incontrano lungo la strada altri tre giovani che per motivi diversi decidono di intraprendere insieme il viaggio verso New York. Arrivati nella Grande Mela i sei ragazzi cercano prima di entrare nell'albergo dove è alloggiato il complesso inglese, ma le misure di sicurezza e la balordaggine di certe loro trovate, frustrano tutti i loro tentativi. Solo una di loro, paradossalmente la meno interessata, riesce per una serie di circostanze a passare la notte sotto il letto dei Beatles. Visti frustrati tutti i successivi goffi tentativi di avvicinare il quartetto di Liverpool, i ragazzi si mettono alla ricerca disperata dei pochi biglietti rimasti per assistere al concerto. L'euforia generale, il delirio collettivo trascinano anche coloro che assistevano dall'esterno a questo fenomeno musicale e la caccia ai biglietti si fa sempre più spasmodica, man mano che lo spettacolo si avvicina, finché i nostri eroi dopo varie peripezie riescono ad entrare nelle sale dell'"Ed Sullivan Show", dove i Beatles si esibiscono...
  • Altri titoli:
    Locos por ellos
    Crazy Day
  • Durata: 96'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85) - TECHNICOLOR
  • Produzione: UNIVERSAL PICTURES
  • Distribuzione: GIANGI FILM (1983)

NOTE

- PRODUTTORE ASSOCIATO: BOB GALE; PRODUTTORE ESECUTIVO: STEVEN SPIELBERG.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy