Valérie Donzelli

ÉPINAL, Vosges (Francia), 2 Marzo 1973
 

BIOGRAFIA

Attrice e regista. Cresciuta tra Créteil e Lille, ama l'arte sin da bambina. A 19 anni si trasferisce a Parigi e si iscrive alla Facoltà di Architettura ma lascia gli studi molto presto per dedicarsi alla recitazione. Dopo piccole comparsate e ruoli minori in film come "Martha Martha" (2001, di Sandrine Veyesset), "Qui a tué Bambi" (2003, di Gilles Marchard), "Finché nozze non ci separino" (2004, di Julie Lipinski) e "Entre ses mains" (2005, di Anne Fontaine), si fa conoscere dal grande pubblico francese attraverso la televisione. Il suo esordio alla regia avviene nel 2008 alla Quinzaine des réalisateurs con il cortometraggio "Il fait beau dans la plus belle ville du monde". Nel 2010 realizza il primo lungometraggio con il quale partecipa al Festival di Locarno, "La regina di cuori", e l'anno successivo è presente al Festival di Cannes con "La guerra è dichiarata" (premiato con 6 César e con l'Étoiles d'or du cinéma français). La sceneggiatura del film è firmata insieme a Jérémie Elkaïm, suo ex compagno con il quale continua a collaborare, e racconta una triste vicenda personale, la scoperta della malattia di uno dei loro due figli. La pellicola è stata selezionata per il Premio Oscar 2012 come miglior film straniero, non rientrando però nella cinquina finalista. Il terzo lungometraggio arriva nel 2012 e viene presentato fuori concorso al Festival Internazionale del Film di Roma. Si intitola "Main dans les main" e ha come protagonisti lo stesso Elkaïm e Valérie Lamercier.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy