Roschdy Zem

GENNEVILLIERS, Hauts-de-Seine (Francia), 27 Settembre 1965
 

BIOGRAFIA

Attore e regista. Figlio di immigrati marocchini, scopre la passione per la recitazione a vent'anni. Il suo debutto cinematografico è casuale: la regista Josiane Balasko lo nota in un negozio dove lavorava come commesso. Lui accetta di fare il provino e diviene il 'poliziotto' protagonista del film "Les keufs" (1987). Successivamente, ha l'onore di recitare con Philip Noiret in "Niente baci sulla bocca" (1992), e con Catherine Deneuve in "Ma saison preferée - La mia stagione preferita" (1993), entrambi girati da André Téchiné. Si consacra come attore, soprattutto, grazie a due grandi interpretazioni: è 'Omar il tossicodipendente' nel film "N'oublie pas que tu vas mourir" (1995), di Xavier Beauvois, e 'Joseph il vigilante notturno' in "En avoir (ou pas)" (1995), di Laetitia Masson. Da questo momento in poi, la sua filmografia si allunga sempre più passando da film d'autore a commedie popolari. Ottiene anche delle candidature ai César, come miglior attore non protagonista, per i film: "La truffa degli onesti" (1999) di Pierre Jolivet; "Le petit lieutenant" (2005) di Xavier Beauvois e "La fille de Monaco" (2008) di Anne Fontaine. Nel 2006, sempre ai premi César, il suo esordio alla regia "Mauvaise foi" riceve la candidatura come miglior primo film. Vince, invece, un premio a Cannes, dove riceve la Palma d'Oro come migliore attore insieme a tutto il cast del film "Indigènes" (2005), di Rachid Bouchareb; regista con cui collabora di frequente. In seguito, anche Hollywood si accorge di lui e viene scritturato per "La fredda luce del giorno" (2012) di Mabrouk El Mechri.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy