Philip Seymour Hoffman

FAIRPORT, New York (USA), 23 Luglio 1967
GREENWICH VILLAGE, New York (USA), 2 Febbraio 2014
 

BIOGRAFIA

Philip Seymour Hoffman
Attore. Figlio di Gordon, manager della Xerox, e di Marilyn Connor, magistrato. Ha tre fratelli: Jill, Gordon ed Emily. Quando Philip ha nove anni i genitori divorziano e con i suoi fratelli da quel momento vive con la madre che, dopo il fallimento del matrimonio, diventa una femminista molto attiva in campo politico. Philip sogna una carriera da 'wrestler' ma il suo desiderio viene stroncato da un infortunio al liceo per cui comincia a studiare recitazione e si appassiona tanto da arrivare alla laurea nel 1989 alla Tisch School of the Arts di New York. Due anni dopo appare già in un episodio della serie tv "Law & Order - I due volti della giustizia" e debutta poi sul grande schermo in una produzione indipendente, "Triple Bogey on a Par Five Hole". L'anno seguente ottiene un ruolo al fianco di Al Pacino in "Scent of a Woman - Profumo di Donna", che gli darà molta visibilità. Dal 1996 inizia una fruttuosa collaborazione con il regista Paul Thomas Anderson con il film "Sydney", al quale seguiranno poi "Boogie Nights - L'altra Hollywood", "Magnolia" e "Ubriaco d'amore", nonché il corto "Mattress Man Commercial". Accanto al successo ottenuto in pellicole indipendenti ("Happyness - Felicità", 1998), "Il talento di Mr. Ripley" (1999), "Quasi Famosi" (2000), Hoffman lavora anche in grandi produzioni come "Red Dragon" nel 2002, "Ritorno a Cold Mountain" nel 2003, e nel 2006 "Mission: Impossible III". Nel 2005 il suo talento viene premiato con l'Oscar per "Truman Capote: A sangue freddo", film per cui ottiene anche il Golden Globe come migliore attore drammatico. Questo film ha fatto sì che diventasse uno dei sette attori che hanno ricevuto un premio agli Academy Award, ai B.A.F.T.A. Award, ai Critics' Choice Award, ai Golden Globe Award e ai S.A.G. Award, per la stessa interpretazione. Gli altri, in ordine cronologico, sono Geoffrey Rush per "Shine" (1996), Jamie Foxx per "Ray" (2004/I), Forest Whitaker per "L'ultimo re di Scozia" (2006), Javier Bardem per "Non è un paese per vecchi" (2007), Daniel Day-Lewis per "Il petroliere" (2007), Heath Ledger per "Il cavaliere oscuro" (2008), e Christoph Waltz per "Bastardi senza gloria" (2009). Recita accanto a Meryl Streep nel film "Il dubbio"(2008), per il quale riceve una nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista. Nel 2011 è in due produzioni di successo: "Le Idi di Marzo"(2011) di George Clooney - che è anche sceneggiatore e protagonista dello stesso - e "Moneyball - L'arte di vincere", accanto a Brad Pitt. Per il film "The Master" (2012), di Paul Thomas Anderson, ottiene una nomination come miglior attore non protagonista agli Oscar 2013. Hoffman è molto attivo anche in teatro, è membro e condirettore artistico della Labyrinth Theater Company ed ha ottenuto sia come attore che come regista molti riconoscimenti. Dalla sua compagna Mimi O'Donnell, costumista, conosciuta nel 1999 durante l'allestimento dello spettacolo teatrale "In Arabia We'd All Be Kings", l'attore ha avuto il figlio Cooper Alexander (nel 2003) e le figlie Tallulah (nel 2006) e Willa (nel 2008). Muore a soli 46 anni a causa di un'overdose d'eroina: l'attore avrebbe dovuto completare le riprese di "Hunger Games: il canto della rivolta - Parte 2" (era infatti presente in altri due film della saga), mentre aveva già scelto gli interpreti (Jake Gyllenhaal e Amy Adams) per il suo nuovo film da regista, "Ezekiel Moss", opera seconda dopo "Jack Goes Boating", diretto nel 2010.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy