Giorgio Tirabassi

ROMA (Italia), 1 Febbraio 1960
 

BIOGRAFIA

Giorgio Tirabassi
Attore. Scoperto da Gigi Proietti, lavora con lui nella sua compagnia teatrale fin dal 1982 per oltre nove anni. Parallelamente alla recitazione in teatro, comincia a comparire anche sul piccolo e grande schermo. Il debutto cinematografico è del 1984 con "Magic moments", di Luciano Odorisio, al fianco di Stefania Sandrelli, Sergio Castellitto e Rodolfo Laganà. Inoltre impersona qualche ruolo in alcune serie televisive, come: "Sogni e bisogni", di Sergio Citti, e "Io a modo mio", di Eros Macchi, entrambe nel 1985. Gli anni Novanta inaugurano effettivamente la sua stagione cinematografica: Francesca Archibugi lo scrittura per "Verso sera" (1990) con Marcello Mastroianni, e Carlo Mazzacurati lo fa lavorare in "Un'altra vita" (1992). Dopo varie interpretazioni, comincia a divenire un volto realmente noto soprattutto in TV . Il ruolo di 'Ombra' lo consacra nella serie "Ultimo" (1998). Sempre nel 1998 fa parte del cast de "La cena", di Ettore Scola, insieme a Vittorio Gassman e Stefania Sandrelli, con i quali vince un Nastro d'Argento come miglior attore non protagonista. Veste, poi, i panni di 'Roberto Ardenzi', uno dei protagonisti della famosa serie "Distretto di polizia" (2000), di Fabrizio Bava e Ricardo Mosca. Nel 2001 vince il David di Donatello per il miglior cortometraggio, con il suo "Non dire gatto". Si confronta con uno dei suoi ruoli più impegnativi e interessanti, 'il giudice Paolo Borsellino', nella fiction omonima girata da Gianluca Maria Tavarelli nel 2004. Compare nel telefilm "Boris" (2007), di Luca Mazzotta e Luca Manzi, e, nell'anno seguente, ne "I liceali", di Antonio Cecchi e Gianni Gatti. Il 2011 lo fa riapprodare sul grande schermo con "Romanzo di una strage", di Marco Tullio Giordana.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy