Gianluca Maria Tavarelli

TORINO (Italia), 1964
 

BIOGRAFIA

Regista e sceneggiatore. Si avvicina al cinema da autodidatta, producendo numerosi cortometraggi in Super8 e 16 mm. Il suo esordio avviene nel 1989 con il cortometraggio "Dimmi qualcosa di te". La pellicola partecipa a diversi premi in Italia e all'estero dove conquista numerosi riconoscimenti. Dopo aver realizzato spot pubblicitari e documentari, nel 1994 debutta nel lungometraggio con il progetto indipendente "Portami via", cui segue nel 1999 "Un amore". Nel 2000 gira "Qui non è il paradiso", in cui si misura con la commedia, e nel 2003 dirige Elio Germano e Nicole Grimaudo in "Liberi". Nel 2006 "Non prendere impegni stasera" viene presentato in concorso nella sezione Orizzonti della 63. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Nello stesso periodo iniziare a lavorare spesso per la televisione realizzando le fortunate fiction "Borsellino" (2004 (vincitore del Premio Navicella, RdC Awards 2005, nell'ambito della IX edizione del Festival Tertio Millennio), "Maria Montessori - Una vita per i bambini" (2007), "Aldo Moro - Il presidente" (2008), "Le cose che restano" (2010, evento speciale alla V edizione del Festival Internazionale del Film di Roma) e le due serie di "Il giovane Montalbano" (2012 e 2015). Nel 2015 torna al grande schermo con "Una storia sbagliata", in cui dirige Isabella Ragonese, Francesco Scianna e Mehdi Dehbi.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy