Gian Vittorio Baldi

LUGO DI ROMAGNA, Ravenna (Italia), 30 ottobre 1930
FAENZA (Italia), 23 marzo 2015
 

BIOGRAFIA

Gian Vittorio Baldi
Regista, scenggiatore, produttore, montatore. Dopo la II Guerra Mondiale va a vivere con la famiglia a Milano dove, dopo aver conseguito il diploma inizia a scrivere in qualità di critico cinematografico per 'Il Sole 24 Ore'. A metà degli anni '50 entra alla Rai, dove lavora per quattro anni, e inizia a lavorare come documentarista. Realizza numerosi e pluripremiati cortometraggi di genere cinema-verità, tra cui "Il pianto delle zitelle" (1958, Leone d'oro a Venezia) e "La casa delle Vedove" (1960, Leone d'oro a Venezia e candidato all'Oscar). Dopo aver diretto l'episodio "La prova d'amore" del film "Le italiane e l'amore" (1961, ideato da Cesare Zavattini e composto da undici episodi diretti da vari registi) nel 1962 realizza il suo primo lungometraggio "Luciano una vita bruciata" (il film verrà distribuito solo nel 1967). Nel 1960 fonda l' 'Istituto Italiano del Documentario' che nel 1964 diventa 'Associazione Internazionale dei Documentaristi'. L'anno seguente fonda la casa di produzione 'IDI Cinematografica' con cui, oltre a produrre i film da lui stesso realizzati, finanzia la realizzazione delle pellicole di registi come Pier Paolo Pasolini, Jean-Marie Straub, Nelo Risi e Robert Bresson. A metà degli anni '60 inizia una importante collaborazione con Roberto Rossellini che durerà fino alla morte del maestro. Nel 1987 la 'Cinémateque de Paris' gli dedica un festival. Insegna alla facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna. Nel 2002 è tornato dietro la macchina da presa con "Il temporale".

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy