Franco Citti

ROMA (Italia), 23 Aprile 1935
ROMA (Italia), 14 Gennaio 2016
 

BIOGRAFIA

Franco Citti
Attore e regista. Proveniente dalla borgate romane, viene scoperto da Pier Paolo Pasolini, che lo vuole come protagonista del suo film d'esordio, "Accattone" (1961), in sostituzione di Franco Interlenghi . Resterà, insieme a Ninetto Davoli, uno degli interpreti prediletti dal regista friulano, per quel carico di primitiva spontaneità e tragica sofferenza della sua recitazione. Incarnazione di quei 'ragazzi di vita' del sottoproletariato urbano, interpreta ruoli a lui congeniali in molti film dello scrittore: dal protettore della prostituta in"Mamma Roma" (1962) all'Edipo di un barbarico "Edipo Re" (1967). E ancora il ser Ciappelletto de "Il Decameron" (1971), il diavolo nei "Racconti di Canterbury" (1972), il genio della lampada nei "Il fiore delle mille e una notte" (1974). Si cimenta in ruoli ancora più 'corporali' in film diretti dal fratello Sergio, come "Ostia"(1970) o "Il minestrone"(1981). Lavora anche con altri prestigiosi registi, tra cui Zurlini, Petri, Bertolucci, accreditandosi una delle migliori interpretazioni in "Il segreto " (1989) di Francesco Maselli. Nel 1998, in collaborazione con il fratello, esordisce alla regia del film "Cartoni animati", in cui recita anche la parte di se stesso. È stato attivo in teatro: memorabile l'interpretazione di San Giovanni nella "Salomé" (1983) di Carmelo Bene. È presente anche in televisione nello sceneggiato di Salvatore Nocita "I promessi sposi" (1989) o in fiction come "Le ragazze di Piazza di Spagna" (1998) di José María Sánchez. Partecipa inoltre al documentario di Laura Betti "Pier Paolo Pasolini e la ragione di un sogno" (2001). L'accattone di Pasolini si è spento all'età di 80 anni, nella sua casa di Fiumicino, dove viveva in condizioni di semi-infermità, dopo essere stato colpito da ripetuti ictus. Nel 2002 gli era stato concesso un vitalizio straordinario in applicazione della legge Bacchelli, grazie all'appello di attori, registi e politici che si sono mossi per fargli avere un sostegno economico.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy