Dario Argento

ROMA (Italia), 7 Settembre 1940
 

BIOGRAFIA

Dario Argento
Regista. Fin da ragazzo è un grande appassionato di cinema americano. Il padre Salvatore è stato un produttore cinematografico e la madre Elda Luxardo (bellissima modella brasiliana arrivata in Italia con il fratello fotografo Elio) la prima fotografa di moda e cinema nel dopoguerra in Italia, nota tra le dive degli anni Quaranta e Cinquanta. Dopo la maturità classica comincia a lavorare nel cinema prima come critico, poi (con Bernardo Bertolucci), come soggettista e aiuto di Sergio Leone con cui collabora alla sceneggiatura di "C'era una volta il west" (1968). L'esordio alla regia è nel 1970, all'età di 27 anni, con "L'uccello dalle piume di cristallo" (Globo d'oro per la Migliore Opera Prima) e diventa nel frattempo padre della prima figlia, Fiore, avuta dalla prima moglie Marisa Casale. Il film ottiene un grande successo tanto da essere considerato il capostipite del film giallo all'italiana. Seguono "Il gatto a nove code" (1971), e "Quattro mosche di velluto grigio" (1972). Dopo aver sconfinato nel filone storico con "Le cinque giornate" (1973), Argento torna all'horror con "Profondo rosso" (1975), cui segue, nel 1977, "Suspiria" interpretato da Daria Nicolodi, sua compagna di vita e madre della seconda figlia Asia, nata il 20 settembre 1975. Negli anni Ottanta scrive e dirige "Inferno" (1980), "Tenebre" (1983) e "Phenomena" (1985). Nel 1987 firma la regia di "Opera" prima di trasferirsi negli Usa dove, nel 1990, gira con George A. Romero il film a episodi "Due occhi diabolici" (l'episodio di Argento si intitola "Il gatto nero") e il thriller "Trauma" (1993), storia angosciosa di una ragazza anoressica interpretata dalla figlia Asia. "La sindrome di Stendhal" (1996), protagonista sempre la figlia Asia, segna il suo ritorno in Italia, cui segue "Il fantasma dell'opera" (1998). Nel 2001 dirige il thriller "Non ho sonno", interpretato da Max Von Sidow, Stefano Dionisi, Chiara Caselli e Rossella Falk, cui seguono "Il cartaio" (2003), due episodi della serie TV "Masters of Horror" ("Istinto assassino", 2005, e "Pelts - Istinto animale", 2006), "Ti piace Hitchcock? (2005), "La terza madre" (2006), "Giallo/Argento" (2008) e "Dracula 3D" (2012). Nel 2007 gli viene assegnato il Premio Flaiano alla carriera. Nel 2016 è chiamato a presiedere la giuria "Cineasti del presente" al 69mo Festival di Locarno. Indiscusso maestro italiano della suspense e del brivido, nel 2017 l'Associazione della Stampa Estera gli assegna il Globo d'oro alla carriera. Nel 2019 gli viene consegnato il David Speciale alla carriera.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy