Agnès Varda

IXELLE, Bruxelles (Belgio), 30 Maggio 1928
PARIGI (Francia), 29 Marzo 2019
 

BIOGRAFIA

Agnès Varda
Regista, sceneggiatrice, montatrice, fotografa e visual artist. Nata da padre greco e madre francese, da bambina si trasferisce con la famiglia in Francia e all'età di 18 anni cambia legalmente il proprio nome da Arlette in Agnès. Studia all'École des beaux-arts di Parigi. Amante della fotografia, si avvicina ad altre forme di arte e inizia a lavorare in diversi teatri come fotografa di scena. Esordisce come regista nel 1955 con il film "La Pointe-Courte". L'opera seconda arriva dopo qualche anno. È il 1962 quando esce nelle sale "Cleo dalle 5 alle 7". Seguono altri film e tra questi "Il verde prato dell'amore" (1965), premiato al Festival di Berlino con l'Orso d'argento - Premio Speciale della Giura, "Lontano dal Vietnam" (1967) e "Lions Love" (1969). Da qui in poi inizia a dedicarsi non solo a film sentimentali, ma anche a documentari. Molto presenti, nelle sue opere, le tematiche femministe: "Réponse de femmes: Notre corps, notre sexe" (1975), "Daguerréotypes" (1976), "L'une chante, l'autre pas" (1977), "Mur murs" (1981) e "Les dites cariatides" (1984). Nel 1985 ottiene notevoli successi con "Senza tetto né legge". Per questo film riceve il Leone d'Oro, il Premio OCIC e il Premio Fipresci. Dal 1987 stringe un importante sodalizio artistico e lavorativo con Jane Birkin, protagonista in "Jane B. par Agnés" (1988) e "Kung-fu Master" (1988). Negli anni Novanta affronta la perdita del marito Jacques Demy come meglio può e sfoga il suo dolore nel cinema. Dedica all'uomo tre film: "Garage Demy" (1991), "Les demoiuselles on eu 25 ans" (1993) e "L'Univers de Jacques Demy" (1995). Nel 1995 realizza "Cento e una notte" con un cast importantissimo, composto da attori francesi, come Michelle Piccoli, Catherine Deneuve, Jean-Paul Belmondo, e internazionali, come Marcello Mastroianni, Harrison Ford e Leonardo Di Caprio. Da questo momento in poi si allontana dal cinema, ma non del tutto. Continua a lavorare dietro la macchina da presa più sporadicamente. Nel 2005 riceve un César onorario ed è chiamata a far parte della Giura Ufficiale del Festival di Cannes e nel 2008 presenta "Les Plages d'Agnés", per il quale ottiene il Premio César. Nel 2015 riceve la Palma d'Oro d'onore al 68mo Festival di Cannes.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy