Terapia di coppia per amanti

Dal libro di Diego De Silva al film di Alessio Maria Federici: amanti dal terapeuta, nascosto rivelato, inconscio riconosciuto

25 ottobre 2017
3/5
Terapia di coppia per amanti

Tante coppie in crisi decidono di andare dall’analista per affrontare le incomprensioni reciproche. Difficilmente sul lettino ci andrebbero due amanti se non per fare sesso sfrenato. Non è il caso di Viviana (Ambra Angiolini) e Modesto (Pietro Sermonti) che scelgono di andare dal terapeuta (Sergio Rubini) per meglio capire la loro relazione.

D’altronde lei non sopporta più questo nascondersi e vorrebbe di più, mentre lui è stufo di attenderla per ore sotto un cavalcavia e dei suoi messaggini polemici che finiscono con virgola ciao.

Nelle mani di uno psicoanalista che vorrebbe suonare come David Bowie e che in realtà si rivelerà un guaritore ammalato, i due protagonisti capiranno meglio la loro relazione fatta di incontri clandestini nella camera di un B&B, ma anche di attrazione, passione, schermaglie e tante risate.

Diretto da Alessio Maria Federici e tratto dal libro Terapia di coppia per amanti dello scrittore napoletano Diego De Silva (che qui è cosceneggiatore insieme al regista) il film esplora le relazioni di una coppia non ufficiale ma che non è poi tanto diversa da una ufficiale. E soprattutto stabilisce (giustamente) che anche il nascosto e l’inconscio deve in qualche modo essere riconosciuto.

Importante è anche il ruolo della musica, composta da Rodrigo D’Erasmo degli Afterhours e interpretata dai Daiana Lou (il duo che si è fatto conoscere dal grande pubblico per aver partecipato alla decima edizione di X Factor), che accompagna nel tempo la liaison tra Viviana e Modesto. Accanto a loro anche un divertente cameo di Alan Sorrenti che canta Figli delle stelle in occasione del quarantesimo anniversario dall’uscita dell’album.

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy