TV2000 ci vede bene

"Una piccola emittente con prodotti di qualità": parola del dg Lorenzo Serra, al Lido per presentare i nuovi programmi di Laudadio e Affinati
8 settembre 2017
Festival, In evidenza, Tv
TV2000 ci vede bene

“La nostra è una piccola televisione con prodotti di qualità. Siamo qui a Venezia con due nuove produzioni e tanta voglia di stupire”, spiega il direttore generale di TV2000 Lorenzo Serra, che presenta in anteprima due programmi del palinsesto: Missione possibile, condotto da Max Laudadio, inviato di Striscia la notizia, e Italiani anche noi, ideato da Eraldo Raffinati, scrittore italiano. L’evento si svolge nella sala Tropicana 1 dell’Hotel Excelsior, nello spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo al Lido di Venezia. Modera Fabio Falzone, conduttore e giornalista di TV2000.

“Televisione e cinema non sono antagonisti, possono convivere. La nostra idea è quella di abbracciare ogni tipo di linguaggio, dal documentario alla finzione. La cultura è alla base dell’integrazione”, sostiene Paolo Ruffini, direttore di TV2000.

Riportiamo anche le dichiarazioni del giornalista Max Laudadio, che purtroppo non è potuto essere presente: “Appena terminata la stagione di Striscia la notizia 2017, ho trascorso l’estate partecipando a tre docufilm sulle missioni di pace per TV2000, un lavoro che si è subito trasformato in una grande esperienza di vita. Ho incontrato tanta sofferenza, ma anche una grande speranza, un’inaspettata bellezza, un’energia indistruttibile”.

Poi aggiunge: “Ho scoperto che la visione di qualcuno può cambiare la storia di tante persone. Ho cercato di affrontare i temi delle puntate –l’abbandono, la malattia, il razzismo sociale e religioso – vivendo le missioni da volontario e cercando di essere sempre allegro”.

Max Laudadio si inoltra nelle periferie geografiche ed esistenziali per raccontare la Chiesa vicina ai più vulnerabili, che pratica una solidarietà intelligente e che esprime creatività pastorale, come chiede Papa Francesco. Sono storie di bene che parlano ai credenti e ai non credenti.

Eraldo Affinati illustra la sua trasmissione Italiani anche noi. “E’ un programma con un valore etico. Abbiamo cercato di accendere le luci su un Paese che vuole cambiare nel confronto attivo con gli immigrati”.

Italiani anche noi racconta l’Italia che arriva e che accoglie in un viaggio in dieci tappe, prendendo come base le scuole di lingua italiana per stranieri Penny Wirton sul territorio, pensate e volute dallo stesso Eraldo Affinati e dalla moglie Anna Luce Lenzi. Sono luoghi di incontro. Parlare italiano per integrarsi, per conoscere la realtà e i propri diritti, per sentirsi italiani.

Più in generale, “trasmettiamo film talvolta dimenticati, frutto di un elaborato lavoro di ricerca. La qualità è importante, ma deve anche soddisfare tutti. Si passa dalla commedia americana Anni Cinquanta al cinema d’autore. Quest’anno andranno in onda anche film di Sheridan e Soderbergh”, conclude Anna De Simone di TV2000.

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy