Parata di star per gli RdC Awards

Assegnati i riconoscimenti della “Rivista del Cinematografo”. Cerimonia di gala con Lino Guanciale, Maria Roveran, Jonas Carpiganno, Andrea Pallaoro, Michelle Carpente e Francesco Patierno. E la travolgente esibizione live di Serena Rossi con Pivio e Aldo De Scalzi
Parata di star per gli RdC Awards
RdC Awards 2017 - Foto Karen Di Paola

Sono stati consegnati ieri sera nel corso di un’affollata cerimonia tenutasi al Cinema Trevi di Roma gli RdC Awards 2017, i prestigiosi riconoscimenti della “Rivista del Cinematografo” assegnati ogni anno nell’ambito del Tertio Millennio Film Fest, manifestazione organizzata dalla Fondazione Ente dello Spettacolo (FEdS). A condurre la serata Fabio Falzone, giornalista e critico cinematografico di TV2000.

A fare gli onori di casa il Presidente della Fondazione Mons. Davide Milani insieme al direttore artistico della manifestazione Marina Sanna e al responsabile dei contenuti Gianluca Arnone. I primi ad arrivare sono stati i due vincitori del Premio Rivelazione 2017, i giovanissimi protagonisti di “Cuori puri” Simone Liberati e Selene Caramazza che hanno ritirato il riconoscimento premiati da un’elegantissima Maria Roveran.

Simone Liberati e Selene Caramazza, premi rivelazione 2017 con Maria Roveran – Foto Karen Di Paola

Presenti anche Vincenzo Alfieri regista rivelazione del cinecomic “I Peggiori” premiato dal collega Andrea Pallaoro con l’RdC Award 2017 per l’Opera Prima e l’amico e compagno di set Lino Guanciale, che non ha voluto mancare all’appuntamento con i prestigiosi riconoscimenti nonostante l’impegno in teatro con le prove del suo prossimo spettacolo “Ragazzi di vita” il cui debutto è previsto il 21 dicembre al Teatro Argentina.

Vincenzo Alfieri e Lino Guanciale per I Peggiori, opera prima votata dai lettori RdC – Foto Karen Di Paola

Doppio riconoscimento per lui: per la sua interpretazione nella commedia di Alfieri e per il grande successo di Raidue “La Porta Rossa”, cui è andato il Premio Navicella Fiction 2017. L’attore, richiestissimo dei fan per selfie e autografi, è stato anche protagonista di un comico siparietto quando è stato abbracciato sul palco da una lettrice della “Rivista del Cinematografo” che gli ha chiesto un selfie nel bel mezzo della cerimonia di premiazione. L’attore ha ritirato il premio insieme all’autore Giampiero Rigosi dalle mani della giovane attrice Michelle Carpente.

Ma è stata la consegna dei premi Migliore Colonna Sonora 2017 e Migliore Interpretazione Canora 2017 a regalare uno dei momenti più travolgenti della serata: dopo aver ritirato i due riconoscimenti, accolti dalla Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, Laura Delli Colli, i compositori Aldo e Pivio De Scalzi e la bellissima Serena Rossi si sono esibiti cantando e suonando dal vivo due brani tratti dalla colonna sonora di “Ammore e Malavita” dei Manetti Bros. La travolgente esibizione è stata accolta con grande entusiasmo dal pubblico in sala che ha accompagnato la loro performance applaudendo a tempo.

Aldo De Scalzi e Pivio, Premio Colonna Sonora per Ammore e malavita, con Laura Delli Colli – Foto Karen Di Paola

Serena Rossi premiata per la Migliore Interpretazione canora, con Laura Delli Colli – Foto Karen Di Paola

Nel corso della serata non sono poi mancati momenti di riflessione quando sono saliti sul palco i tre vincitori del contest “A corto di identità” riservato a cortrometraggi sui temi”Identità, Relazione, Migrazione” e premiati dal regista Francesco Patierno: Rondini in terra” di Nicola Campiotti, “Nako – La Terra” di H.B. Kourouma, Lamin Manka, Ali Abdala Hashi e “Displaced” di Milad Tangshir. Hai tre giovani cineasti è andato anche un ulteriore premio assegnato da Stefano Parcaroli, Direttore Generale di Med Store, catena di negozi Apple Premium Reseller con punti vendita in tutto il centro-nord Italia, e che consentirà ai filmaker di disporre di strumenti utili per ripresa, elaborazione e montaggio video.

Francesco Patierno con i premiati per i tre cortometraggi – Foto Karen Di Paola

Tra i premi assegnati anche il Premio Diego Fabbri 2017 al libro “Sul cinema e altre imperfezioni”, raccolta di saggi e articoli del compianto critico Ezio Alberione.

A chiudere la cerimonia la consegna del premio più atteso il Navicella Cinema Italiano 2017 per il miglior film andato ad “A Ciambra” di Jonas Carpignano. A premiarlo il giornalista ed editorialista Gianni Riotta.

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy