Orizzonti di Nico

Il film di Susanna Nicchiarelli vince la sezione parallela di Venezia 74. A Vahid Jalilvand la miglior regia per No Date, No Signature
Orizzonti di Nico

Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli vince il Premio Orizzonti per il miglior film di Venezia 74.

Lo ha stabilito la Giuria Orizzonti, presieduta da Gianni Amelio e composta da Rakhshan Banietemad, Ami Canaan Mann, Mark Cousins, Andrés Duprat, Fien Troch, Rebecca Zlotowski. Dopo aver visionato i 19 lungometraggi e i 12 cortometraggi in concorso, assegna:

il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a:
NICO, 1988 di Susanna Nicchiarelli (Italia, Belgio)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a:
Vahid Jalilvand per il film BEDOUNE TARIKH, BEDOUNE EMZA (NO DATE, NO SIGNATURE) (Iran)

il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI a:
CANIBA di Verena Paravel e Lucien Castaing-Taylor (Francia, Usa)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE ATTRICE a:
Lyna Khoudri nel film LES BIENHEUREUX di Sofia Djama (Francia, Belgio, Qatar)

il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR ATTORE a:
Navid Mohammadzadeh nel film BEDOUNE TARIKH, BEDOUNE EMZA (NO DATE, NO SIGNATURE) (Iran)

PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Dominique Welinski e René Ballesteros per il film
LOS VERSOS DEL OLVIDO di Alireza Khatami (Francia, Germania, Paesi Bassi, Cile)

PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a:
GROS CHAGRIN di Céline Devaux (Francia)

Per quanto riguarda la sezione VENEZIA CLASSICI, invece, la Giuria presieduta da Giuseppe Piccioni e composta da studenti di cinema provenienti da diverse Università italiane: 26 laureandi in Storia del Cinema, indicati dai docenti di 12 DAMS e della veneziana Ca’ Foscari, ha deciso di assegnare i seguenti premi:

il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA a:
The Prince and the Dybbuk di Elwira Niewiera e Piotr Rosołowski (Polonia, Germania)

il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO a:
IDI I SMOTRI (COME AND SEE) di Elem Klimov (Russia, 1985)

Infine, la sezione VENICE VR (VIRTUAL REALITY):

La Giuria presieduta da John Landis e composta da Céline Sciamma e Ricky Tognazzi dopo aver visionato i 22 progetti in concorso, assegna:

il PREMIO MIGLIOR VR a
ARDEN’S WAKE (EXPANDED) di Eugene YK Chung (USA)

il PREMIO MIGLIOR ESPERIENZA VR a
LA CAMERA INSABBIATA di Laurie Anderson e Hsin-Chien Huang (USA)

il PREMIO MIGLIORE STORIA VR a
BLOODLESS di Gina Kim (Corea del Sud, USA)

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy