Blow-Up al Sacher

Oggi a Roma il capolavoro di Michelangelo Antonioni restaurato da Cineteca di Bologna: tre proiezioni introdotte, più il doc Blow-Up di “Blow-Up”
Blow-Up al Sacher

Il nuovo restauro di Blow-Up di Michelangelo Antonioni arriva a Roma al Cinema Sachertre spettacoli in programma lunedì 23 ottobre, alle ore 16.45, 20.15 e 22.30. La proiezione delle ore 20.15 sarà introdotta da Enrica Fico e dal direttore della Cineteca di Bologna, Gian Luca Farinelli.

La Cineteca di Bologna ricorda infatti il maestro ferrarese a 10 anni dalla scomparsa, avvenuta nel 2007, portando nelle sale italiane il restauro di Blow-Up, nell’ambito del progetto per la distribuzione dei classici restaurati, Il Cinema Ritrovato. Al cinema.Il restauro di Blow-Up è realizzato da Cineteca di Bologna, Istituto Luce – Cinecittà e Criterion, in collaborazione con Warner Bros. e Park Circus, ai laboratori Criterion di New York e L’Immagine Ritrovata di Bologna, con la supervisione di uno dei più importanti direttori della fotografia del cinema italiano contemporaneo, Luca Bigazzi.

La giornata speciale di lunedì 23 ottobre al Cinema Sacher sarà inoltre l’occasione per vedere, alle ore 19, il documentario che Valentina Agostinis ha dedicato al film di Antonioni, Blow-Up di “Blow-Up”, documentario che ricostruisce, attraverso alcuni testimoni, l’esperienza del regista nella Swinging London del 1966: tra gli altri, il fotografo dei divi del rock David Montgomery, nel cui studio Antonioni apprese le tecniche della fotografia di moda, e la modella Jill Kennington. Insieme ad alcuni protagonisti della controcultura londinese dei Sixties parlano anche studiosi, collezionisti e fan del film.

A introdurre la proiezione sarà la stessa Valentina Agostinis insieme ad Anna Maria Pasetti e Lee Marshall, critici cinematografici nonché fondatori della neonata associazione Red Shoes, che proprio alle relazioni culturali tra Italia e Regno Unito dedicherà le proprie iniziative.

Parteciperenno alla serata anche Alison Driver (Arts Manager del British Council) e autorità dell’ambasciata britannica.

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy