banner
Giovedì 4 Luglio 2013 versione accessibile - solo testo mappa del sito contatti
 Cinemedia - Ciné, Veronesi sul carro 
Diminuisci caratteri ingrandisci caratteri Ripristina carattere
   | 
Facebook  Twitter  Yahoo Bookmark  Microsoft Live 
Mercoledì 3 Luglio 2013
Ciné, Veronesi sul carro
Il regista a Riccione con Elio Germano e Alessandra Mastronardi per presentare il suo nuovo film, in uscita a novembre: "E' venuto più bello di quello che mi aspettavo"
"E' venuto più bello di quello che mi aspettavo, stavolta mi è venuto proprio bene". Giovanni Veronesi è soddisfatto, il suo L'ultima ruota del carro è piaciuto "addirittura anche a mio fratello (Sandro, ndr), che fino ad oggi non mi aveva mai fatto i complimenti per un film": il regista toscano, insieme agli interpreti Elio Germano e Alessandra Mastronardi, ha accompagnato a Ciné - Giornate Estive del Cinema di Riccione il listino Warner Bros., che porterà nelle sale il film il prossimo 14 novembre. “E’ la storia di un uomo onesto, un soldato semplice, che rimane fedele ai propri principi, anche alla moglie: il tutto sullo sfondo di un’Italia che va da metà anni ’60 ai giorni nostri”. Al centro di tutto la vera storia di Ernesto Fioretti (nel film sarà Marchetti), tuttofare conosciuto da Veronesi perché autista di produzione: “E’ lui che mi ha raccontato ciò che gli è accaduto - prosegue il regista -, certe casualità ecoincidenze che ne hanno caratterizzato l’esistenza. Nascosta dietro questo uomo così candido c'è una vita incredibile, è stato addirittura il trasportatore di fiducia dei quadri di Schifano".
A riportare sullo schermo la vita di Ernesto sarà, come detto, Elio Germano: "E' un film è ispirato alla gloriosa commedia italiana ed è stato un lavoro faticoso e reso possibile anche dai grandi truccatori che abbiamo nel nostro Paese. Un film che attraverso 40 anni racconta molte cose, amori disgrazie sofferenze nascita di figli, affiancando i vari contesti storici e indicando in quale direzione sta andando il tempo, risaltando alla fine del percorso quelle scelte apparentemente ingenue, non furbe, che poi, a distanza di tanti anni, ti fanno capire quanto abbiano influito per accumulare una ricchezza, non materiale, che non potrà mai essere scalfita". Ricchezza che oggi l'uomo comune sembra non valorizzare più come un tempo: "Anni fa - continua l'attore - le persone si riconoscevano nel proprio mestiere, c'era un senso di identificazione che ormai abbiamo perso. Non conta più che lavoro fai, chi sei, ma quanto guadagni. E lo stesso vale per i rapporti umani".
Oltre ad Alessandra Mastronardi, che nel film interpreta la moglie del protagonista, nel cast ci sono Ricky Memphis, Sergio Rubini, Virginia Raffaele, Alessandro Haber, con la partecipazione di Dalila Di Lazzaro e Maurizio Battista.

di Valerio Sammarco, seguilo su Google+

banner
ALTRE DA Cinemedia
Vedi ancora:

banner

rassegna stampa
Rassegna Stampa

contiene le parole
è uguale a