Valerio Mastandrea

ROMA (Italia), 14 febbraio 1972
 

BIOGRAFIA

Valerio Mastandrea
Attore. Nato e cresciuto nel quartiere della Garbatella a Roma, dopo il divorzio dei genitori è andato a vivere con la madre. A seguito di un'adolescenza difficile con grandi problemi personali, a vent'anni ha scritto a Maurizio Costanzo per poter partecipare alla sua trasmissione e in breve tempo è diventato uno degli ospiti più frequenti del "Maurizio Costanzo Show". Verso la metà degli anni '90 ha deciso di tentare la via della recitazione e nel 1994 ha debuttato sul palcoscenico con "Amici" di Maurizio Panici e al cinema con "Ladri di cinema" di Piero Natoli. L'anno successivo ha co-sceneggiato insieme a Vera Gemma lo spettacolo teatrale "La luna e l'asteroide", da lui anche interpretato, ma soprattutto ha raggiunto la notorietà attraverso il cinema grazie a film come "Cresceranno i carciofi a Mimongo" di Fulvio Ottaviano e "Palermo-Milano solo andata" di Claudio Fragasso. Ha continuato a lavorare anche in teatro, arrivando ad ottenere il ruolo principale nella commedia musicale "Rugantino" di Garinei e Giovannini. Vincitore della prima edizione del concorso per cortometraggi, RdC Awards 2005, nell'ambito della nona edizione del Festival del Cinema Spirituale 'Tertio Millennio', per '3,87 - Trevirgolaottantasette'.

FILMOGRAFIA

2015 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
ContattiPrivacy