Mattia Sbragia

ROMA (Italia), 17 aprile 1952
 

BIOGRAFIA

Attore. Figlio dell'attore Giancarlo Sbragia e della principessa Esmeralda Ruspoli. Inizia la sua carriera in teatro, partecipando a numerosi lavori diretti dal padre, come 'Strano Interludio' di Eugene O'Neill. Successivamente recita diretto da Giorgio Strehler ('Libero' di Renato Sarti), Paolo Giuranna ('La figlia di Jorio' di D'Annunzio) e Sergio Rubini ('Italia-Germania 4 a 3). Nel 1984 debutta nella regia teatrale con il suo testo 'Padrone del mondo'. Molto attivo anche nel cinema, esordisce nel 1974 in 'Nipoti miei diletti' di Franco Rossetti, in seguito appare accanto al padre in 'Ritratto di borghesia in nero' (1978) di Tonino Cervi. Tra i tanti ruoli si ricordano il brigatista de 'Il caso Moro' (1986) di Giuseppe Ferrara e l'impiegato delle poste in 'Storia di ragazzi e ragazze' (1989) di Pupi Avati. Appare anche in numerose produzioni televisive, tra cui l'intera serie de 'Il maresciallo Rocca', accanto a Gigi Proietti. Nel 2004 partecipa a due importanti produzioni internazionali: 'La Passione di Cristo' di Mel Gibson, in cui interpreta il sacerdote Caifa, ed 'Ocean's Twelve' di Steven Soderbergh, in cui è il commissario Giordano. Sposato con Alina, ha una figlia, Alina Esmeralda.

FILMOGRAFIA

2015 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
ContattiPrivacy