Gus Van Sant

LOUISVILLE, KENTUCKY, USA, 24 luglio 1952
 

BIOGRAFIA

Gus Van Sant
Regista e sceneggiatore. Dopo il diploma alla Rhode Island School of Design si trasferisce ad Hollywood dove inizia a lavorare con Ken Shapiro. Si fa notare nel 1985 con il suo primo film "Mala Noche" (1986), premiato dalla Los Angeles Film Critics Association come miglior film indipendente/sperimentale. Nel 1990 scrive e dirige "Drugstore Cowboy" (premio C.I.C.A.E. a Berlino) mentre nel 1991 viene lodato dalla critica a Venezia per il film "Belli e Dannati". Nel 1993 è regista di "Cowgirl - Il nuovo sesso", mentre nel 1996 ottiene un Golden Globe con "Da Morire" (1995). Nel 1997, il suo "Will Hunting - Genio Ribelle" ottiene due Oscar (miglior film e miglior sceneggiatura). Successivamente firma il remake di "Psyco" (1998) e "Scoprendo Forrester" (2000). Nel 2003 scrive e dirige il controverso "Elephant", Palma d'oro e premio per la miglior regia al Festival di Cannes. Kermesse che lo vede protagonista anche con altri film: nel 2005 con "Last Days", ispirato agli ultimi giorni di Kurt Cobain dei Nirvana, nel 2007 con "Paranoid Park" e nel 2011 con "L'amore che resta". Nel 2008 è la volta del super acclamato "Milk" - biopic su Harvey Milk, il primo politico americano apertamente gay ad essere eletto ad una carica pubblica, assassinato nel 1978 - che vale al suo protagonista, Sean Penn, l'Oscar 2009 come miglior attore e la statuetta per la miglior sceneggiatura a Dustin Lance Black. Artista poliedrico, Van Sant negli anni si è avvicinato alla pittura, alla letteratura (ha pubblicato un romanzo dal titolo "Pink") e alla musica (negli anni 80 con la band Destroy All Blondes e successivamente con gli album da solista: "18 Songs About Golf" e l'omonimo "Gus Van Sant"). Per quanto riguarda la sua vita privata, è omosessuale dichiarato.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy