Claudio Santamaria

ROMA (Italia), 22 luglio 1974
 

BIOGRAFIA

Claudio Santamaria
Attore. Ha frequentato il Liceo Artistico e ha lavorato per un po' nel doppiaggio prima di studiare al corso triennale di Acting Training tenuto da Beatrice Bracco. Nel 1991 ha debuttato sul palcoscenico con "La nostra città" diretto da Stefano Molinari. In teatro ha recitato spesso in opere scritte da Lucilla Lupaioli e dirette da Furio Andreotti. Al cinema ha esordito nel 1997 in "Fuochi d'artificio" di Leonardo Pieraccioni. In seguito ha lavorato in "L'ultimo capodanno" di Marco Risi, "L'assedio" di Bernardo Bertolucci (entrambi del 1998), "Almost Blue" (2000) di Alex Infascelli, che gli è valso la nomination al Nastro d'argento come miglior attore non protagonista, "La stanza del figlio" (2001) di Nanni Moretti e in "Ecco fatto" (1998) e "L'ultimo bacio" (2000) di Gabriele Muccino. Con quest'ultimo film è stato candidato al David di Donatello come miglior attore non protagonista. Ha lavorato anche per la televisione: nel film Tv "Ama il tuo nemico" (1997) di Damiano Damiani, nella mini serie "La vita che verrà" (1998) di Pasquale Pozzessere e nella serie "Il caso Soffiantini" (2001) di riccardo Milani. Nel 2001, grazie al ruolo di Pentothal nel film diretto da Renato De Maria "Paz!", ispirato ai personaggi disegnati da Andrea Pazienza, riceve la prima candidatura al Nastro d'argentoLa seconda arriva l'anno successivo per la sua interpretazione in "Passato prossimo", debutto alla regia di Maria Sole Tognazzi. Dopo aver lavorato, nel 2004, in "Il cartaio" di Dario Argento e "Agata e la tempesta" di Silvio Soldini, nel 2005 riscuote particolare successo con il personaggio di Nick in "Ma quando arrivano le ragazze?" di Pupi Avati ed è tra i protagonisti di "Apnea" di Roberto Dordit, "Romanzo criminale" di Michele Placido e "Melissa P." di Luca Guadagnino.

FILMOGRAFIA

2015 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
ContattiPrivacy