Anna Galiena

ROMA (Italia), 22 dicembre 1954
 

BIOGRAFIA

Anna Galiena
Attrice. Poco più che ventenne lascia la natia Roma per andare a studiare recitazione a New York. Debutta in teatro nel 1978 recitando in "Romeo e Giulietta" di Shakespeare nel ruolo di Giulietta e nel 1980 entra all'Actors' Studio. Rimane in America fino alla metà degli anni '80 recitando sui palcoscenici sia testi classici come quelli di Shakespeare che commedie di autori americani contemporanei. Tornata in Italia, nel 1983 esordisce al cinema in "Sotto il vestito niente" di Carlo Vanzina e l'anno seguente è al Teatro Stabile di Genova per interpretare Natasha in "Tre sorelle" di Cechov diretta da Otomar Krejca. L'alternanza tra schermo e palcoscenico è una costante della sua carriera così come il fatto di lavorare non solo per il cinema italiano ma anche per quello spagnolo, francese e americano. Ed è proprio con un film francese che raggiunge il primo grande successo. E' il 1990 e lei interpreta Mathilde in "Il marito della parrucchiera" di Patrice Leconte accanto a Jean Rochefort. Da allora è stata abile interprete di ruoli drammatici come in "Il grande cocomero" (1993) di Francesca Archibugi e "Senza pelle" (1994) di Alessandro D'Alatri e di commedie, tra cui "La scuola" (1995) di Daniele Luchetti e "Come te nessuno mai" (1999) di Gabriele Muccino. Claude Chabrol ("I giorni tranquilli di Clichy, 1990), Bigas Luna ("Prosciutto, prosciutto", 1992), Raoul Ruiz ("Tre vite una sola morte", 1996) e Manuel Gomez Pereira ("Il ritorno dei tre tenori", 2001) sono solo alcuni dei registi stranieri che l'hanno scelta per lavorare nei loro film. Numerose anche le sue apparizioni in televisione sia in Europa che in America. "Una donna a Venezia" (1986) di Sandro Bolchi, "Doppio segreto" (1998) di Marcello Cesena e "La Crociera" (2001) di Enrico Oldoini per la televisione italiana, "Les grandes familles" (1989) di Edouard Molina per la televisione francese. In America la rete HBO ha trasmesso "Excellent cadavers" (da noi "Giudici") di Ricky Tognazzi. In teatro ha avuto il privilegio di essere la prima attrice ammessa a recitare con la Compagnia del Teatro Nô giapponese, diretta nel 1994 da Takayuki Kawabata in "Susanô" al Festival di Avignone. Meno fortunata la sua vita sentimentale, è stata sposata due volte (con uno scrittore americano e con un produttore cinematografico francese) ma in entrambi i casi l'unione è terminata con il divorzio.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy